Russamento e Osas

Cos'è l'osas?

Russamento e Osas

Russi la notte? Ti succede spesso? Ti senti stanco, hai sonno e hai difficoltà di concentrazione durante la giornata?

Il 50% degli italiani soffre di russamento ed uno su quattro di apnee notturne. Purtroppo il russare, spesso è il sintomo di patologie più gravi e complesse come la OSAS ( Obstructive Sleep Apnea Syndrome ) cioè una patologia che determina ripetuti episodi di occlusione delle vie respiratorie superiori durante il sonno.

Queste apnee causano frequenti micro risvegli, generalmente non percepiti dal paziente ed una pericolosa riduzione della concentrazione di ossigeno nel torrente ematico. Purtroppo questa patologia viene ad oggi molto sottovalutata , ma dobbiamo sapere che chi ne soffre può facilmente sviluppare infarto miocardico o ictus cerebrale, ipertensione arteriosa oltre a tendenza al diabete e all’obesità.

Russamento e Osas

Anche i bambini soffrono di questa patologia provocata a volte da ipertrofie tonsillari, da obesità e da mandibole retrognatiche o iposviluppate . Questi bimbi sono spesso iperattivi , collerici, hanno comportamenti ostili e problemi di scolarità. Ovviamente per loro è ancora più importante fare una diagnosi precoce.

I soggetti affetti da OSAS, sono per lo più maschi che si sentono spesso particolarmente affaticati e soffrono di una eccessiva sonnolenza diurna. Quest’ultima risulta la principale causa di incidenti stradali e lavorativi. Bisogna comunque distinguere i casi di sonnolenza diurna causati da poche ore di sonno notturno, a volte causato da cattive abitudini o da cene poco equilibrate, da quella determinata da apnee ostruttive notturne.

Come si arriva quindi alla diagnosi di OSAS ? Per prima cosa occorre fare presso una struttura qualificata una polisonnografia, esame importante che ci rivelerà la nostra attività cerebrale, il battito cardiaco, la respirazione ed i livelli di ossigeno. Successivamente una visita otorino con fibroscopio delle vie aeree superiori, ma dobbiamo sapere che nella maggioranza dei casi ci si troverà di fronte a soggetti affetti da prognatismo con mandibola retrusa e quindi casi di competenza del medico ortodontista.

Russamento e Osas

Purtroppo l’apnea del sonno è una patologia cronica che determina un rallentamento del respiro e fa passare il soggetto da un sonno pesante e profondo ad un sonno leggero, questo è quindi il vero motivo della stanchezza diurna. Le pause possono durare da alcuni secondi alcuni minuti, sino ad essere più di 25/30 in un’ora. Generalmente la respirazione riprende normalmente e spesso si accompagna ad un sonoro russamento.

La maggior parte dei pazienti che ne soffre non sa di essere malato, in quanto il disturbo si presenta solo durante il sonno, quindi sono i genitori ed i famigliari a notare i primi sintomi. La tipologia più frequente è l’apnea ostruttiva che è determinata dal collasso delle vie respiratorie che ostruiscono in questo modo il passaggio dell’aria e causano forte russamento. Tra i sintomi legati a questa causa troviamo: irritabilità, stanchezza e difficoltà alla concentrazione, respirazione rumorosa, bocca secca, problemi di memoria, sudorazione notturna, risvegli frequenti, anche bruschi a volte con stimolo ad urinare, riduzione del desiderio sessuale, mal di testa mattutino. Esiste anche una apnea centrale del sonno che è determinata da un difetto di impulso dato dal cervello che non invia segnali ai muscoli respiratori per brevissimi istanti.

Torniamo al russamento e spieghiamo perché avviene. Si innesca questo meccanismo quando l’aria fa fatica a passare attraverso naso e gola provocando una vibrazione delle strutture presenti nel cavo orale, come ad esempio il palato molle. L’apnea è invece provocata dalla completa ostruzione delle vie aeree con conseguente blocco della respirazione. Esistono dei fattori predisponenti come l’obesità, il passare degli anni, ( l’invecchiamento limita la capacità degli impulsi nervosi di mantenere rigidi i muscoli del collo con conseguente collasso delle vie respiratorie ), il tabagismo, l’uso di farmaci ad azione sedativa ed il consumo eccessivo di alcool. Esistono, come accennato prima, dei fattori determinanti come polipi nasali, tonsille ipertrofiche, deviazioni del setto, sinusiti, riniti, flogosi catarrali oltre alla macroglossia, ma la causa più frequente è la retrognazia cioè la presenza di un difetto sagittale tra mandibola e mascellare con mento piccolo e spostato indietro.

Cosa non bisogna fare: 1 Ignorare le apnee notturne e non affrontare un percorso diagnostico specifico 2 Dormire supini 3 Mangiare molto prima del sonno o bere alcolici o fumare prima di dormire. Il russamento peggiora con gli anni e può provocare danni diretti modificando la quantità e la qualità del sonno, se intenso con un aumento della pressione arteriosa e dei disturbi di cefalea. Alcuni autori sostengono che il russamento è la prima fase di un processo che culminerà con la comparsa di episodi di ostruzione delle prime vie aeree oltre ad essere la base sulla quale nascono le OSAS. Esistono delle terapie specifiche per questo problema? Ovviamente si, ma sono tutte personalizzate e si dividono in due categorie: quelle che combattono i fattori che favoriscono l’insorgenza del russamento, come ad esempio le riniti vaso motorie o allergiche controllabili con antistaminici o steroidi inalatori quelle specifiche per il russamento che possono andare dai semplici dilatatori delle narici , ai dispositivi odontoiatrici – ortodontici.

Russamento e OsasTra questi il più efficace secondo molti autori è il Tap Thornton che viene consigliato sia per il russamento che per le OSAS e consiste in un doppio bite in acrilico unito da una speciale vite in titanio che consente di regolare la posizione della mandibola avanzandola o arretrandola. Per quanto riguarda la terapia delle OSAS essendo una patologia complessa e multifattoriale rimane di competenza del neurologo, dell’internista, dell’otorino e a volte del chirurgo maxillo facciale. Molto spesso i pazienti che hanno gravi diminuzione della ventilazione notturna necessitano costantemente di uso di C PAP cioè di una maschera con un piccolo ventilatore unita da un tubo di raccordo nasale o naso buccale che consente un incremento di pressione dell’aria contenuta nelle vie aeree superiori grazie ad una espansione forzata che dall’interno non possono così più collassare e smettono di vibrare, annullando completamente le apnee e tutte le loro gravi conseguenze.

 

Dott. Roberto Cerboni
Medico Chirurgo
Specialista in Odontoiatria Stomatologia e Protesi dentale – Ortodonzia
dott.cerboni@gmail.com

Condividi

Commenti su "Russamento e Osas"

  1. CepJara

    They were building projects, and truly believed in the concept behind crypto and blockchain technology. It was around this time that I first thought of doing a conference — offering those dedicated individuals and teams an amazing experience that not only gave them a platform for showing the cool things they were working on, but also a platform to celebrate them for their innovative ideas
    [url=http://bitcoinpor.top/tipos-de-inversiones-financieras-como-converter/]bitcoin price history chart[/url]

  2. Acurajet

    May 7th, 2019. By Kelly Brogan, M.D. Guest Writer for Wake Up World. Let’s face it… our current medical industry loves pills. When you go to the doctor for any
    [url=http://acjointarthritis.cf/art/inflammatory-arthritis-treatment/]Inflammatory arthritis treatment[/url]

  3. EGGLase

    get directions NORWALK FAMILY DENTAL 12319 Imperial Hwy Norwalk, CA 90650 (562) 868-7955. Specialties Dr. Gilbert K Lay has the following 1 specialty. General Dentistry. A dentist is a doctor who diagnoses and treats oral health issues. The most basic se
    [url=http://eggrolls.ml/art/chinese-egg-roll-calories/]Chinese egg roll calories[/url]

  4. Pietro

    Interessante! Grazie

Lascia un commento

Via Filippetti 28/A

20122 Milano

0258315812

0258315752

Whatsapp

3791926215

Scrivici a:

info@j4c.it

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo suo consenso, cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Premendo “Accetta Cookie”, dichiara di prestare il proprio consenso al loro utilizzo, che viene dettagliato nella nostra Informativa Privacy e Cookie Policy.