Il Killer Invisibile

Il killer invisibile

Il Killer Invisibile

Infiammazione, Alimentazione e Tumori

Le malattie infiammatorie croniche sono strettamente legate allo sviluppo di tumori

Tutti sappiamo che la normale infiammazione gioca un ruolo molto importante nel combattere le infezioni. Recenti studi delle più prestigiose Università Americane e Europee dimostrano, che le malattie infiammatorie croniche sono strettamente legate allo sviluppo di tumori. Uno studio pubblicato nel 2017 dall’Università della Florida ha chiaramente messo in luce lo stretto collegamento esistente tra infiammazione, cancro e processo metastatico (responsabile del 90% delle morti).

“Infiammazione, Alimentazione e Tumori” è il titolo della conferenza che si è tenuta al Circolo Alessandro Volta di Milano, tenuta dal Prof. Marco Rovati, medico chirurgo e docente in Scienze dell’Alimentazione all’Università degli Studi di Milano e dal Dott. Roberto Cerboni, medico chirurgo specialista in Odontoiatria, Stomatologia, Ortognatodonzia e Patologia Orale.

Noi siamo quello che mangiamo! La maggioranza di noi non sa esattamente cosa e come mangiare soprattutto grazie ai numerosissimi articoli fuorvianti che promuovono nuove, straordinarie e miracolose diete. Troppo spesso siamo costretti a ricorrere al bisturi dopo numerose indagini invasive per combattere un ospite non gradito. In Italia abbiamo circa 400.000 nuovi casi tumorali all’anno e nel corso della vita di un uomo su due è una donna su tre si ammalerà! Oggi la prevenzione primaria si fa a tavola e si completa con un’attività fisica moderata è regolare.

Da molti anni sappiamo che esiste una stretta relazione tra malattia parodontale, malattie cardiovascolari e diabete e che le infiammazioni orali sono una causa di molte patologie. Infatti i batteri patogeni parodontali producono alti livelli serici di citochine pro infiammatorie concorrendo certamente sia nella genesi della placca ateromatosa (con produzione locale di mediatori dell’infiammazione) sia provocando notevoli danni ischemici o degenerativi anche in altri distretti, come ad esempio succede per la malattia di Alzheimer. Sapevate che i ceppi batterici presenti nelle tasche gengivali sottoposti al test del DNA sono gli stessi presenti anche nel tessuto aneurismatico? Gli organi più colpiti dalla patologia neoplastica sono la mammella, colon retto polmone e prostata.

Subito dopo viene il cancro orale che rappresenta più del 10% delle patologie maligne nell’uomo e del 5% invece nella donna. Solo in Italia ogni anno vengono diagnosticati almeno 5.000 casi di carcinomi orali con 3.000/3.500 decessi conseguenti alla ritardata diagnosi e terapia. Quali sono i fattori che possono favorirne lo sviluppo? Infiammazioni ripetute, protesi scorrette, scarsa igiene orale, traumatismi cronici e fumo. L’incidenza di questa patologia aumenta con l’età e ha il suo picco intorno ai 70 anni. Purtroppo la media 5 anni dalla diagnosi e del 50% e aumenta fino al 90% solo se la degenerazione cellulare è molto localizzata.

Quindi, mai trascurare in bocca un tessuto infiammato, un gonfiore persistente, una ferita che fa fatica a rimarginare, una lesione mucosa e mai sottovalutare lesioni orali solo perché piccole e indolori. Ovviamente anche noduli, ispessimenti mucosi o placche bianco rossastre. Ad oggi non esistono protocolli di screening, ma una visita specialistica ogni sei mesi utilizzando fonti di luce incidente e fluorescente riflessa, associata a sedute di igiene orale professionale, possono essere un valido elemento di prevenzione.

Concludendo: informazione, prevenzione e alimentazione sono i capisaldi della salute. Dobbiamo volerci bene acquisendo corrette abitudini dietetiche, essendo attenti a noi stessi, curando le principali porte di accesso (orale e polmonare), vincendo la pigrizia praticando attività fisica regolarmente.
Grazie grandi sforzi fatti sulla ricerca, oggi esistono anche dei test che ci consentono di evidenziare cellule tumorali circolanti in fase preclinica.

I commenti sono chiusi.

Via Filippetti 28/A

20122 Milano

0258315812

0258315752

Whatsapp

3791926215

Scrivici a:

info@j4c.it

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo suo consenso, cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Premendo “Accetta Cookie”, dichiara di prestare il proprio consenso al loro utilizzo, che viene dettagliato nella nostra Informativa Privacy e Cookie Policy.